Al di là della tendenza forte del momento ognuna ha il “suo” arco: l’importante è scoprirlo ed esaltarlo.
Le forme classiche restano tre. Ala di gabbiano: molto angolate, con la parte ascendente più spessa e quella discendente sottile. È la più amata dalle donne perché alza lo sguardo con effetto lifting. Ala di rondine: curva morbida e coda alta (regala al viso un piglio deciso). Naturale: spessa e un po’ a cespuglio, che mette in risalto l’occhio.

Ma due archi perfetti sono anche il frutto di un lavoro di epilazione e correzione con un make up ad hoc.

Avere delle belle sopracciglia, con una forma armonica che valorizza l’occhio è una delle cose più importanti per esaltare il nostro aspetto. La maggior parte delle volte però, specie se le depiliamo da sole, i risultati non sono dei migliori perché si agisce un po’ a caso e non si rispettano alcune regole e proporzioni fondamentali per delinearle al meglio.

image

È tutta una questione di proporzioni. Per non sbagliare fate così: prendete una matita, appoggiate l’estremità senza la punta a lato del naso e posiziona l’altra in modo che sia tangente l’angolo interno dell’occhio: dove sfiora il sopracciglio è il punto da cui deve iniziare. Ora muovendo la matita a raggio fatela passare tangente alla pupilla: dove tocca l’arco è la cuspide. Ruotando ancora la matita unitela base del naso con l’angolo esterno dell’occhio: ecco questo è il punto finale della vostra sopracciglia, da qui non deve uscire.